Aziende e bilanci verdi un progresso se veritieri

CORRRIERE DELLA SERA NAZIONALE

Sezione: Idee & Opinioni

da pag. 31 del 11-10-2014

aziende e bilanci verdi un progresso se veritieri

di: Sacchi Maria Silvia

Il primo segnale di rilievo è arrivato dal fondo Rockfeller Brothers che, in concomitanza del summit mondiale sul clima di fine settembre a New York, ha annunciato la decisione di dismettere gli asset e le partecipazioni nelle fonti fossili, iniziando dal carbone e dalle sabbie bituminose.

Ora anche la Francia preme perché la finanza faccia la propria parte per ridurre il rischio del cambiamento climatico dirottando i propri investimenti sulle energie green , inserendosi in questo modo in un dibattito mondiale che è partito dal mondo anglosassone e che sta crescendo sempre più.

Non che sia una questione di bontà, naturalmente. Non lo è nel caso del clima, come non lo è nel caso del rapporto che le aziende hanno con il proprio territorio, con i fornitori o i dipendenti.

È una questione di reputazione e una questione di affari. Come ha chiarito il Financial Stability Forum il cambiamento climatico è, infatti, oggi un rischio finanziario e assicurativo sistemico e per questo sta cambiando i piani dei grandi investitori finanziari internazionali come i fondi pensione, le fondazioni o gli enti religiosi. Quale ne sia la motivazione ben venga, in ogni caso, se aiuta a migliorare la cultura di un Paese e dei suoi cittadini. Sapere quanta Co2 un’azienda immetta nell’ambiente, se il trattamento che riserva ai fornitori è corretto o se garantisce le pari opportunità e il merito sono elementi molto importanti per valutare un’impresa.

Perché, però, abbia effetto serve che ci sia chi controlla, affinché tanti documenti non restino solo carta stampata. E questo è un problema soprattutto dell’Italia dove il bilancio sociale e il bilancio ambientale sono una realtà da tempo, pur se non obbligatori. Tante società li redigono, pochi analisti vanno però a spulciarli e a controllare che siano veritieri. Un po’ come succede nella governance , quelle regole di governo societario che in Italia sono molto avanzate ma spesso restano a livello di forma. Almeno finora. Il far parte di un mondo globale aiuta tutti a migliorare un po’.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *