Approfondimenti

  • Come funziona un fondo pensione?

Un fondo pensione raccoglie e gestisce il risparmio dei lavoratori che vi aderiscono con l’obiettivo di erogare prestazioni assicurativo-previdenziali una volta che questi cesseranno di lavorare.

  • Qual è la differenza fra l’INPS e i fondi pensione?

I fondi pensione non si basano su di un concordato di solidarietà intergenerazionale (INPS: sistema a ripartizione), conseguentemente non risentono dei rischi legati all’andamento demografico e tantomeno a repentine variazioni politiche.

  • Come investe un fondo pensione?

Un fondo pensione è un investitore istituzionale poco propenso al rischio, che investe con una prospettiva di lungo termine. La gestione degli investimenti mira a garantire nel tempo il valore economico delle risorse accumulate per le finalità previdenziali.

  • Perché agire sui fondi pensione?

Riteniamo che per poter stimolare davvero il cambiamento dell’intero sistema economico, sia molto efficace agire sui fondi pensione dal momento che detengono una quota significativa del patrimonio di molte società e hanno quindi, il potere di esigere che queste società pongano maggiore attenzione al loro impatto ambientale e sociale.

  • Che rapporto c’è fra i fondi pensione e il cambiamento climatico?

Il denaro versato ai fondi pensione viene investito in quote, spesso molto grandi, in numerose società. I fondi pensione attualmente gestiscono un patrimonio di circa XX??. Pertanto le loro decisioni di investimento influenzano lo stato di salute dell’economia. Se vogliamo proteggere il pianeta dobbiamo sollecitare i fondi pensione ad investire in società che rispettino l’ambiente e non influiscano sul cambiamento climatico.

  • Qual’è il rischio di un investimento in combustibili fossili?

Fonti autorevoli sostengono che il valore di mercato delle società che trasformano combustibili fossili sia attualmente sovrastimato, perché calcolato ipotizzando che tutte le riserve di tali combustibili saranno trasformate in futuro. Il mondo si sta rapidamente orientando verso l’impiego di fonti energetiche rinnovabili e a più basso impatto ambientale. Ciò comporterà una riduzione progressiva dell’utilizzo di combustibili fossili e di conseguenza una riduzione del beneficio economico associato al rendimento in questo tipo di investimento.

  • Cosa sono gli investimenti sostenibili?

Sono quegli investimenti indispensabili per creare un’economia efficiente, pulita e in grado di generare e preservare valore non solo economico ma anche sociale e ambientale.  E’ un nuovo approccio all’investimento necessario per la sopravvivenza ed in grado di garantire a parità di ritorno sull’investimento un minore rischio.

  • Che cosa si intende per cambiamento climatico e quali sono le sue conseguenze?

Il nostro mondo si sta surriscaldando, e se continua a fare così, vedremo effetti devastanti. C’è una considerevole incertezza su come possa essere un mondo più caldo. Gli scienziati concordano che il surriscaldamento del globo comporterà: eventi meteo estremi, aumento del livello del mare, un forte impatto sul cibo, sull’agricoltura e sulle riserve di acqua.

  • Perchè concentrarsi sul cambiamento climatico quando le società sono la causa di molte altre ingiustizie?

Il cambiamento climatico si unisce ad altri problemi quali disuguaglianza, povertà, lavoro minorile, disboscamento, … legati alla sistemica disfunzionalità della nostra economia. Ma oggi il cambiamento climatico è il più urgente da affrontare. Molti attivisti della giustizia sociale (Kumi Naidoo, Naomi Klein) e leader mondiali (Mandela, Jim Yong Kin, Lagarde) hanno chiesto di porre il cambiamento climatico come una priorità, perché spaventati dal numero delle persone che rischiano di essere colpite e dall’enorme entità del rischio che queste persone dovranno affrontare. Ma tutto ciò non esclude l’impegno di responsabilità sociale di PYP Italia su tutti gli altri problemi.

  • Se chiedessimo ai fondi pensione di disinvestire da queste società?

Siamo giunti alla formulazione della nostra strategia, dopo aver fatto approfonditi studi e numerose consultazioni con attivisti ed esperti dell’investimento responsabile, dei fondi pensione e del cambiamento climatico. Pertanto riteniamo che possa essere più efficace spingere i fondi pensione verso un impegno di maggiore coinvolgimento nelle società partecipate. Oggi bisogna disinvestire solo su quei titoli che vogliamo eliminare il più velocemente possibile: carbone e combustibili non convenzionali come le sabbie bituminose.